S.Maria di Ronzano che da lontano sembrava un falso…

*panor. dal web

S.Maria di Ronzano e sullo sfondo il Gran Sasso (dal web)

È romanico anche questo  di Santa Maria di Ronzano (Castel Castagna – Teramo), ai piedi del Gran Sasso
Scendendo verso il mare con l’autostrada l’ho vista su un colle poco lontano… a occhio, credendomi ormai un po’ esperta, mi sono detta che faceva una bella figura ma che certo era un rifacimento…

ronzano+mini+9

 

 

 

 

 

 

 

Andiamo lo stesso a vederla da vicino e così ho avuto modo di darmi della sciocca una volta di più: è vero che ha un aspetto strano, diverso, originale, ma è romanico, un romanico autentico anche se fuori dagli schemi usati dalle nostre parti.

Intanto niente absidi all’esterno, ma una parete di fondo piatta, decorata da una magnifica finestra traforata, murature laterali con arcate cieche di pietra bianca e tamponature di mattone così come la facciata. E qua e là, in modo che sembra un po’ disordinato bellissime finestre con griglie di pizzo.

DSCN1900*abside*finestra copia 2*DSCN1904 *Dice Wikipedia che è un romanico con influenze pugliesi, risalito fin qui non si sa come e dice anche che la costruzione risale all’incirca al 1180.
Comunque sia è bella, vista da vicino ha un aspetto lieve, luminoso, molto diverso sia dal romanico più tradizionale dalle nostre parti – spesso pesante e buio – e il gotico che verrà …

L’interno è ricco di affreschi di carattere gotico che ricoprono l’abside (che all’interno è semicircolare) e parte del transetto, ma di cui non ho foto avendola trovata chiusa.  Per vedere foto dell’interno

http://www.medioevo.org/artemedievale/Pages/Abruzzo/Ronzano.html

trafori *il sole illumina le pareti senza incontrare ostacoli, nicchie, cornici, modanature profonde… forse per questo è pugliese: sole, luce, chiarità.
La panchina invita a una sosta, invito che accogliamo aspettando il tramonto.

sedersi qui*

 

S.Maria di Ronzano che da lontano sembrava un falso…ultima modifica: 2020-01-11T07:33:10+01:00da scanfesca
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *