nei Pirenei

I racconti di viaggio sono spesso piacevoli per chi ne è protagonista ma molesti per gli ascoltatori così mi sono sfidata a raccontare un viaggio nei Pirenei in due sole immagini; ecco il risultato.

Un luogo: estate nel sud della Francia, come sempre andando dietro al nostro naso, senza programmi.

i ruderi del castello di Montsegur

i ruderi del castello di Montsègur

Attraversiamo un paese aspro, di montagne di pietra rosso acceso, dai profili aguzzi e i fianchi coperti di piante mediterranea che profumano di resina e in questo paesaggio abbazie affondate nelle valli e castelli arrampicati sulle creste, quasi roccia anche loro.

Di tutti uno, Montsègur. Una mattina ci accoglie avvolto nella nebbia fitta, che ce lo nasconde del tutto mentre saliamo sul sentiero ripido, nel silenzio, sospesi fra la terra e le nuvole e a dire il vero non siamo nemmeno sicuri che ci sia qualcosa oltre la nebbia. A folate lentamente la nebbia si apre e appare aggrappato alla vetta il rudere del castello, dritto contro il cielo come una scheggia.

Di qui dopo un lungo assedio gli ultimi catari uscirono per salire direttamente sul rogo alzato nella radura ai piedi del castello. Un piccolo cippo ricorda il sacrificio e

qualcuno ha lasciato un foglietto in lingua occitana.

Schermata 2019-05-11 alle 11.15.27L’uomo frigge patatine e uova in un furgone parcheggiato ai bordi di una strada solitaria che sale sui Pirenei; ci chiede di aspettare che se ne vadano gli altri clienti, ci fa restare per venirsi a sedere con noi, ci parla del suo amore per l’Italia, ci chiede della politica italiana.

“Siamo di sinistra” esordisco, mi risponde “Bien sûr!”.

Finiamo a cantare Paolo Conte che lui ama sopra tutti e conosce meglio di noi.

una strada sui Pirenei (grazie a Giuliano Scheggi)

una strada sui Pirenei (grazie a Giuliano Scheggi)

 

NB: Le immagini di Montsegur sono tratte dal web che ringrazio

 

 

nei Pireneiultima modifica: 2019-05-11T12:05:55+02:00da scanfesca
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *