a Bologna: 1°viaggio lungo duemila anni e sette chiese…

13463_1_91_0_php4cA1aKLa quantità, l’importanza e la bellezza di “luoghi” che su questa Piazza si affacciano e insieme  la quantità di storia e di storie che sono presenti in questa piazza mi costringono a metterli in ordine e non sono sicura che non si aggroviglieranno lo stesso fra loro…

DSCN0951

Intanto l’origine: il tempio isiaco

Sulla parete esterna che delimita il sagrato della chiesa rotonda, decorato di olivi e sepolcri romani,  è stata murata una bella pietra di marmo con dedica alla Dea Iside Vincitrice trovata nei pressi.

Iside*

La storia comincia qui, nel primo secolo d.C., fuori dall’abitato della città che stava sorgendo. Qui dove  c’era una sorgente indispensabile ai riti della religione che celebrava la dea Iside.  Quella sorgente è ancora qui, la ritroveremo fra poco…

Quando il cristianesimo comincia a diffondersi i templi a Iside sono spesso convertiti (vocabolo davvero adatto in questo caso ) in chiese cristiane secondo l’uso dei primi tempi del cristianesimo.  Iside è la terra fertile, mentre Osiride è il Nilo che la feconda. ….così  Iside rappresenta la fecondità dell’acqua che va oltre la morte.

Iside arca*

Su questo sostrato pagano che parla di acqua, morte e risurrezione, i cristiani costruiranno a Santo Stefano un luogo per immergersi nell’acqua del battesimo che nella veglia pasquale fa passare dalla morte alla vita. La simbologia del rito pagano si trasferisce senza scosse in quello cristiano.

1 tempio iside

Le colonne disposte a cerchio del tempio di Iside sono ancora qui, al loro posto, e già nel 4° secolo (insomma appena diventata legale la religione cristiana) utilizzarono il tempio come chiesa. Così comincia la storia dell’edificio cristiano: l’edificio rotondo che era stato il centro del tempio isiaco  oggi è l’interno la Chiesa del Santo Sepolcro e la fonte di acqua miracolosa che anticamente rappresentava il Nilo simboleggia successivamente il Giordano e diventa fonte battesimale.

Schermata 2017-11-03 alle 13.10.38

(i disegni sono presi dalla guida alla Chiesa di S.Stefano)

a Bologna: 1°viaggio lungo duemila anni e sette chiese…ultima modifica: 2017-11-03T13:20:29+00:00da scanfesca
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*