al buio nella cripta di Sutri

DSCN6272La cattedrale di Sutri ha un aspetto banale, settecentesco e stavo per uscirne alla svelta, ma il magnifico pavimento cosmatesco mi ha fatto sospettare che valesse la pena guardare meglio. Forse, come purtroppo spesso è accaduto, un edificio pregevole romanico è stato sfigurato per rifarlo alla moda settecentesca. Così sono scesa nella cripta accendendo con una monetina le luci… una meraviglia!

DSCN6270

Una foresta di colonne diversissime, capitelli fogliati fantasiosi e una abside raggiata.

DSCN6267

“La cripta, a pianta rettangolare, è del tipo ad oratorium, con otto navatelle ad abside polìloba centrale, ed è caratterizzata lungo l’intero perimetro murario da piccole absidi o nicchie. Questa singolare e rara morfologia risente di memorie di edifici mediterranei tardo antichi, e si ritrova anche nella cripta del Duomo di Spira, in Germania.
Le colonne sono di spoglio, mentre i capitelli in peperino, a motivo fogliato, sono medioevali.
Su uno di essi si legge: Gr(u)muhaldu(s) / prb accola.
La datazione risulta assai dubbia: per alcuni studiosi è preromanica, per altri di epoca longobarda (del tempo della donazione di Sutri alla chiesa da parte di Liutprando nel 728), altri ancora dell’XI secolo.”

*altare*abs.criptaSono rimasta incantata e anche… al buio perché intanto il tempo era passato. È bastata un’altra monetina per permettermi di godermela ancora un po’. Per fortuna la cripta non era stata ritenuta importante dai modernizzatori settecenteschi ed è rimasta nella sua assoluta bellezza e intimità.

* cripta Sutri

al buio nella cripta di Sutriultima modifica: 2017-07-13T08:27:25+00:00da scanfesca
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*