ultima passeggiata a Castelluccio (per adesso)

Non so per quale fortunata ispirazione l’ultima volta che siamo andati a Castelluccio, a maggio di quest’anno, ho deciso di fare un giro dentro il paese.  Da alcuni anni non lo facevo più, preferivo mangiare al Guerrin Meschino, al margine del paese, con una vista sconfinata e poi andare a camminare sui sentieri fra i prati o nel bosco di Canatra.  Mi era venuta voglia di vedere i cambiamenti fatti nel paese dove sapevo erano sorti B&b, dei negozietti di prodotti del luogo, piccoli ristoranti.  In effetti tanto era cambiato da quando negli anni ’70 si saliva a Castelluccio le prime volte, quando  c’era soltanto lo spaccio/ bar/ alimentari davanti alla fonte e un  solo ristorante. La giornata era magnifica, sole e aria fresca ed è stato piacevole arrivare fino su in  cima al paese e tornare poi indietro anche con un po’ di sacchetti di legumi, zuppe, lenticchie..

È andata così e grazie a questa curiosità adesso ho le immagini del Castelluccio come era e come forse chissà sarà ancora un giorno forse lontano.  Si entra nel centro storico da una porta, come è ovvio, che una volta chiudeva delle mura e che si apre sulla piazza

DSCN4043 copiauna volta qui si facevano le feste, si ballava persino

Schermata 11-2457705 alle 16.30.03e siccome è la Piazza, l’unica che c’è sono qui tutte le lapidi che ricordano i caduti, i benemeriti,le glorie locali…

DSCN4047 copia

DSCN4048 copiae sempre sulla Piazza in cima alla scalinata c’è la Chiesa…

109927426Sulla Piazza degli stranieri stanno pranzando… due ragazzine nordiche, stufe di stare a tavola,  giocano a chiudere il passaggio… cortesemente ci lasciano passare

DSCN4050 copiaogni tanto un’apertura fra le case, uno squarcio apre la visione sul Piano

DSCN4054 copia 2bucati ad asciugare, muri con le tradizionali strofe dialettali scritte

DSCN4059 copia

DSCN4061a contemplare la bellezza del paesaggio sono in tanti…

DSCN4055 copiavisto da quassù  oggi il Piano non assomiglia a quello strafotografato  e multicolore del tempo della fioritura… i rettangoli scoloriti sono i campi pronti per la semina della lenticchia, il resto è pascolo …

DSCN4067 Ma che pascolo, che prati!  Adesso  i pascoli sono fioriti anche se in modo meno conosciuto e vistoso: in questo giorno di maggio ci sono chilometri e chilometri di prato fiorito di ranuncoli: milioni di bottoni d’oro fra i quali cominciavano a fiorire i narcisi.  E non c’era nemmeno un fotografo ad immortalare questa meraviglia tranne me che non posso essere considerata davvero una fotografa…

DSCN4068 copiaTornerà maggio, torneranno a fiorire i prati, tornerà anche Castelluccio che adesso, mentre scrivo, è distrutto, deserto e dove sta cadendo la neve…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ultima passeggiata a Castelluccio (per adesso)ultima modifica: 2016-11-12T17:23:40+00:00da scanfesca
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*