montanari di poche parole

Che i montanari siano gente di poche parole è una cosa nota al limite del luogo comune.

Ieri siamo andati a fare un giro in alta Valnerina, dopo un paio di mesi di assenza anche a causa del terremoto.

Ci fermiamo a Croce (fraz. di Visso) dove fotografo questa magnifica fonte…

DSCN5073 DSCN5068

Dalla casa accanto, in mezzo ai fiori, una signora mi guarda. La saluto, le dico la mia ammirazione per la bella fonte e le chiedo

“Ha un nome questa fonte? Come la chiamate voi?”

“Come se deve chiamà?… Fonte…fonte  de Croce”

E torna dentro casa…

Paese successivo, più in alto,  è Riofreddo, sempre nel comune di Visso.

Da lontano spicca, isolata, la sagoma di una chiesa sulla cima del poggio…

Riofreddo, foto di archivio

Riofreddo, foto di archivio

All’ingresso del borgo in un fuoristrada sta prendendo il sole un anziano abitante.

Chiedo se si può arrivare alla chiesa… mi dice che c’è un camion che carica e blocca la strada… chiedo:

“È bella la chiesa?”

risponde con un’espressione dubbiosa: “Bella…? So’ muri! ”

Schermata 09-2457661 alle 14.38.27Eccomi servita… sono muri…

Ma io insisto…”Come mai questo posto si chiama Riofreddo?” pensando alla curiosità di chiamare rio un posto che è in cima ad un poggio… e lui

“Che non senti che arietta fresca che c’è?”

Basta così:  a Fematre, prossima tappa, non parlerò con nessuno…

 

montanari di poche paroleultima modifica: 2016-09-29T14:59:00+00:00da scanfesca
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “montanari di poche parole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*